NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili per facilitare la navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
 
 
  • Punti di vista - 1

    Frutto della lettura di “Pensare per immagini”, libro della dr. Temple Grandin, autistica.

    Racconto della vita dell'autrice e descrizione dell'autismo in tutte le sue implicazioni; estremamente istruttivo riguardo al significato di malattia e cura, oltre che nello specifico della sindrome.

    Nella lettura, ci si può scoprire con alcuni tratti autistici, anche solo un po' accennati: "siamo un po' tutti disabili", tutti diversi.

    Da operatore del benessere suggerisce interessanti parallelismi con il modo di intendere la Persona e lo star bene propri dello Shiatsu.

  • Punti di vista - 2

    Frutto della lettura di “Il non-fare”, libro di Itsuo Tsuda.

    Un capitolo, un estratto di un'opera in molti volumi volta a trascrivere e tramandare quanto più possibile della cultura giapponese, dopo aver intrapreso un percorso di conoscenza della cultura occidentale.

    Chi avvicina culture diverse dalla propria non ne può "essere" espressione piena, non avendo fatto propria la parte esperienziale della conoscenza. Così come noi non siamo giapponesi, lui non è francese (in questo caso la Francia ha ospitato Itsuo Tsuda per molti anni). Il suo punto di vista può apparire un po' tranchant, un po' da "Bignami"; a parer mio resta comunque interessante.

    Nel capitolo che propongo vengono messi a confronto volontà e spontaneità, come valori assoluti e come espressione delle due culture.

  • Shiatsu in ospedale

    Succede a Messina. Riprendo il titolo  dell'articolo di settembre 2014 de L'Espresso

Back to top